ENDURO DI CANTALICE E RIETI MICHELUZ SI AGGIUDICA LA PRIMA PROVA EUROPEA IL PERUGINO BAZZURRI LA SECONDA DEL NATIONAL TROPHY OFF ROAD

Cantalice – Va a Maurizio Micheluz (Husqvarna) la prova d’apertura del Campionato Euroepo di Enduro che per due giorni ha animato il Terminillo e in particolare i territori dei comuni di Cantalice, Città Ducale e Rieti.

A organizzare l’evento il Moto Club Terremoto di Cantalice che ha apprestato un percorso molto bello e anche di una certa difficoltà, tanto da mettere in crisi diversi partecipanti, soprattutto nella seconda giornata, quando il tracciato si è ulteriormente appesantito per i numerosi “canaloni” creatisi dal ripetuto passaggio delle moto.

 

Nella stessa gara si sono misurati anche i piloti iscritti al National Trophy Off Road, il challenge di enduro organizzato dal Moto Club Spoleto che ha visto la vittoria assoluta del perugino Roberto Bazzurri (Beta) al debutto nel trofeo; mentre il laziale Martino Vestri (Beta) nella classe Elite ha bissato il successo della prima prova di Massa Marittima e conduce così a punteggio pieno il trofeo. Fra i Seniors Stefano D’Alesandro (Husqvarna) non ha avuto rivali e scavalca così il rivale Lorenzo Massini (KTM) in classifica.

 

Bella e combattuta come al solito la Junior, dove Fabio Scrocca (KTM) ha replicato il successo della gara toscana e ora ha otto lunghezze su Alessandro Pagliacci (Beta), un po’ in difficoltà nell’impegnativo percorso reatino, tanto che nella gara è stato preceduto da Giorgio Catellani (Beta) che ha conquistato il secondo gradino del podio.

 

Con il secondo posto consecutivo Roberto Baldaccini (Husqvarna) ha conquistato la testa della classifica dei Major, dove la vittoria è andata all’inossidabile Roberto Bazzurri che come detto si è aggiudicato anche l’assoluta. Giornata da dimenticare per l’ex capoclassifica Simone Girolami (KTM), costretto al ritiro alla seconda speciale dell’ultimo giro per un eccessivo affaticamento fisico.

Diversi piloti di questa classe addirittura non hanno preso il via, perchè presentatisi in ritardo al parco chiuso, a causa di una errata interpretazione, del comunicato della direzione gara. Per questi, così come per Girolami, nulla di compromesso per il campionato, mancano infatti ancora tre prove e possono giocarsi lo scarto, ma certo, soprattutto per Girolami lo zero riportato in questa tappa, potrebbe risultare pesante, visto anche il contemporaneo ritorno di Bazzurri che ha tutta l’intenzione di portarsi a casa l’ennesimo trofeo della sua lunga carriera.

 

Fra gli Amatori la situazione è incertissima con Stefano Catoni (KTM) che si è aggiudicato

la prova, approfittando al meglio dell’assenza del vincitore di Massa Marittima Stefano Cesaroni (Beta) che così lo a appaiato nella classifica Generale dove precedono Rappuoli e Pellegrini.

La gara ha visto anche l’esordio del team Italia di Enduro, formato da Mirko Spandre, Matteo Pavoni, Lorenzo Macoritto e  Ivan Coniglio. Ottima la prova  prestazione  di  Mirko Spandre,  che  si  aggiudicato  la trasferta europea nella classe Under 20. Il bergamasco ha vinto la propria categoria con un primo ed un secondo posto nelle due giornate di gara battendo il britannico Lee Sealy. Bene anche Lorenzo Macoritto, che ha fatto suo il terso gradino del podio.

 

Prossimo appuntamento con il National Trophy Off Road il 28 giugno a Comunanza in provincia di Ascoli Piceno.

 

13 Aprile 2015

Ufficio Stampa Moto Club Spoleto

bazz